?>

Atti meritori nella Notte di Qadr (1a parte)

Atti meritori nella Notte di Qadr (1a parte)

L’Imam Ali (A) disse: “Ogni cosa ha un tesoro e il tesoro dei poveri è al-Qadr.

(ABNA24.com) L’Imam Ali (A) disse: “Ogni cosa ha un tesoro e il tesoro dei poveri è al-Qadr.

Ogni cosa ha un sostegno e il sostegno dei deboli è al-Qadr. Ogni cosa ha un appoggio nelle difficoltà e ciò che assiste nelle difficoltà è al-Qadr. Ogni cosa ha un capo ed il capo della conoscenza è al-Qadr”.

E’ consigliato compiere l’abluzione maggiore rituale (ghusl)

E’ raccomandato compiere una Preghiera di due Rak’at in ognuna delle quali recitare Sura al-Fatihah una volta e Sura al-Tawhid sette volte. Dopo la Preghiera ripetere settanta volte “Astaghfiru’Llah wa atubu ilayhi” (Chiedo perdono a Dio e a Lui mi volgo pentito)

E’ meritorio recitare la Ziyarat dell’Imam Husayn (as)

E’ altamente raccomandato trascorrere interamente le tre Notti di Qadr in atti di adorazione. Un hadith recita che colui che trascorre le intere Notti di Qadr compiendo atti di adorazione vedrà perdonati tutti i suoi peccati, anche se sono tanti quanti le stelle e pesanti quanto le montagne.

E’ consigliato recitare cento Rak’at, ed è meritorio che in ognuna di esse venga recitata una volta la Surah al-Fatihah e dieci volte la Sura al-Tawhid.

Recitare Sura al-Qadr mille volte

Recitare Sura al-Dukhaan cento volte

Recitare la seguente Supplica: “Allahumma rabba shahri Ramadan alladi anzalta fihil Qur’an waftaraz’ta a’laa ibadika fihis siyyam salli alaa muhammadin wa ali Muhammad warzuqni hajja baytikal haraam fi a’ami haad’aa wa fi kulli a’am waghfir li tilkad dunubal idham fa innahu la yaghfiruha ghayruka Ya Rahman Ya A’llam” (O Mio Dio, o Signore, [questo è] il mese di Ramadan, in cui Tu hai rivelato il Corano, ed hai reso doveroso il digiuno per i Tuoi servi, le benedizioni siano su Muhammad e la famiglia di Muhammad, e procuraci i mezzi per recarci alla Casa Sacra per il Pellegrinaggio; e in questo mese perdona i miei peccati, in realtà oltre Te nessuno può liberarmi dalle loro conseguenze, o Clemente o Onnisciente).

E’ inoltre consigliato recitare ogni notte la celebre “Du’a Iftitah



/129


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*