?>

Ayatollah Khamenei: grazie al sangue del martire Soleimani, la resistenza oggi nutre più speranza

Ayatollah Khamenei: grazie al sangue del martire Soleimani, la resistenza oggi nutre più speranza

TEHERAN-Il Leader Supremo della Rivoluzione Islamica ha definito il martire Qasem Soleimani la figura più nazionale dell'Iran e quella più stimata del mondo islamico.

ABNA24 – Secondo il sito dell'Ufficio del Leader Supremo, l'Ayatollah Khamenei oggi sabato in un incontro con la famiglia e i membri dello staff del Comitato per la commemorazione del martire Haj Qassem Soleimani ha affermato:" i nemici pensavano che con il martirio di Soleimani, Abu Mahdi ed i suoi compagni, tutto sarebbe finito, ma oggi grazie al sangue degli oppressi, gli Stati Uniti sono fuggiti dall'Afghanistan. In Iraq sono costretti a fingere di voler ritirare le proprie forze."

"In Yemen, ha proseguito il Sommo leader, il fronte della resistenza sta avanzando; in Siria il nemico è rimasto intrappolato e senza speranza per il futuro; e in generale oggi il movimento di Resistenza ed antimperialista nella regione è sempre più attiva e dinamica rispetto a due anni fa e nutre più speranza".

L'Ayatollah Khamenei riferendosi al fatto che oggi il generale martire Soleimani è diventato un eroe e un modello per i giovani della regione e del mondo islamico ha aggiunto:" oggi Soleimani è il simbolo della speranza, fiducia in sè, del coraggio, resistenza e vittoria nella regione, e come alcuni hanno giustamente riferito il "martire" Soleimani è più pericoloso del "generale" Soleimani per i suoi nemici.

342/


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*