?>

Bahrain sotto le grinfie del regime sionista

Bahrain sotto le grinfie del regime sionista

MANAMA-Il Bahrain è ignaro del terribile destino che lo attende con la visita avvenuta giovedì scorso di Yair Lapid, un ebreo ungherese nato a Novi Sod in Serbia, ed attuale ministro degli Esteri dell’entità usurpatrice chiamata Israele.

ABNA24 : Circa 240 studiosi del Bahrain hanno protestato contro la visita di Lapid a Manama giunto per aprire l’ambasciata del regime sionista. Decine di studiosi del paese del Golfo Persico condannano il regime di Manama per il suo tradimento contro la causa palestinese.

Un grossolano errore di calcolo fatto da Hamad Aal-e Khalifa, lo sceicco che dal 2010 si è autoproclamato re – un titolo che i suoi padri pirati che hanno occupato il Bahrain un paio di secoli fa, non hanno mai osato prendere a causa del loro losco passato.

Ama imprigionare, torturare, uccidere, esiliare e privare i dissidenti del Bahrain della loro cittadinanza per la gioia dei suoi padroni sionisti, americani e inglesi.

Sono centinaia i prigionieri che languono nelle segrete carceri del regime con accuse inventate per aver chiesto il ripristino dei loro diritti. In tutto ciò, è vergognoso il silenzio delle Nazioni Unite e dei cosiddetti organismi per i diritti umani in Occidente nei confronti del regime al-Khalifa.

342/


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*