?>

Discorso della Guida suprema in occasione della festa Mab'ath

Discorso della Guida suprema in occasione della festa Mab'ath

TEHRAN - L'Ayatollah sayyed Ali Khamenei si e' congrtulato - nel corso di un dsicorso trasmesso in diretta tv oggi -, con il popolo iraniano ...

ABNA24 :e tutti i musulmani del mondo per la celebrazione dell'Eid al-Mab'ath, una parola che indica il giorno in cui ebbe inizio la Missione divina del Nobile  Muhammad (che Dio benedica lui e la sua pura famiglia), quando ricevette da Allah, tramite l'Arcangelo Gabriele, l'incarico di portare all'umanità il nuovo messaggio di Iddio, ovvero l'Islam. In poche parole la selezione del santo Profeta da parte di Allah per la guida delle persone.

"La Rivoluzione Islamica, sotto la saggezza e il coraggio del grande Imam Khomeini, era un seguito del percorso del nobile Profeta dell'Islam, un percorso che per conto suo ebbe inizio con il Mab'ath. Ed e' per questo che la rivoluzione islamica è diventato il bersaglio della costante ostilità dei malfattori del mondo, che pero' alla fine falliranno nel loro intento se riusciremo resistere e restare sulla retta via". Ha tenuto a precisare.

Riferendosi all'ostilità dei grandi oppressori del mondo nei confronti della Repubblica Islamica, il grande ayatollah Khamenei ha sottolineato: "Ancora oggi, il sistema islamico, che nella propaganda del Fronte del male viene presentato come l'Islam politico, è trasformato in un bersaglio di tutti gli attacchi e le cospirazioni perché dei nemici perche' ha saputo formare un governo gettando le basi per un futuro regno islamico dando alla grande nazione dell'Iran un'identità religiosa e islamica". Ha aggiunto la Guida Suprema.

"La Rivoluzione Islamica seguendo il percorso della missione profetica, ha preso un aspetto contro ogni forma di oppressione, tirannia e l'arroganza, sostenendo gli oppressi. Il sistema islamico in Iran ha subito gli stessi eventi ed problemi che subii il profeta dell'slam. Il popolo iraniano ha dovuto fronteggiare le stesse ostilita' che fronteggiavano i compagni del nostro messaggero divino". 

Il Leader della Rivoluzione Islamica ha parlato anche delle campagna delle bugie e delle falsificazioni che il fronte del male ha messo in atto per mostrare al mondo un volto diverso e ingiusto della Repubblica islamica: è da sempre in corso una campagna mediatica nei nostri confrontii. I nemici vogliono far credere che noi siamo in guerra con il mondo intero, mentre il sistema islamico, secondo il Corano, fronteggia solo chi e' nemico al popolo iraniano. L'Iran ha relazioni amichevoli con altre nazioni di qualsiasi fede o razza".

L'ayatollah Khamenei ha definito il capovolgimento dei fatti un'altra tattica del nemico nella guerra morbida e ne ha fatto l'esempio le bugie sfacciate che dicono sulla tragedia dello Yemen, dove un'intera popolazione inerma e' da oltre sei anni che e' sotto bombe e blocco economico e soffre la carenza  di cibo e medicina, per mano del regime saudita e con il  semaforo verde del governo americano e nessun organo internazionale alza voce contro questa enorme ingiustizia". 

"Ora che il talentuoso popolo yemenita è riuscito a costruire da se sistemi di difesa e rispondere a 6 anni di bombardamenti, si è levata al cielo la loro propaganda. Ancor più ignobile delle azioni del governo americano, vi è l’operato dell’Onu nei confronti del popolo yemenita".

342/


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*