?>

Il voto Onu a favore della sovranità palestinese sulle proprie risorse naturali

Il voto Onu a favore della sovranità palestinese sulle proprie risorse naturali

AL QUDS-Giovedì, 157 Stati membri delle Nazioni Unite hanno votato a favore di una risoluzione che afferma la sovranità palestinese sulle proprie risorse naturali.

ABNA24 – Secondo l'Infopal, sette paesi – Canada, Regime sionista , Isole Marshall, Stati Federati di Micronesia, Nauru, Palau e Stati Uniti – hanno votato contro la mozione, con 14 astensioni.

L’Assemblea Generale ha adottato la bozza sulla “Sovranità permanente del popolo palestinese nei Territori palestinesi occupati, compresa Gerusalemme Est e la popolazione araba nel Golan siriano occupato, sulle proprie risorse naturali”. I membri hanno continuato a chiedere “che Israele, la potenza occupante, cessi lo sfruttamento, il danno, la causa di perdita o esaurimento e la messa in pericolo delle risorse naturali nei Territori palestinesi occupati, compresa Gerusalemme Est, e nel Golan siriano occupato”.

Oltre a chiedere “al regime sionista, potenza occupante, di fermare tutte le azioni, comprese quelle dei coloni israeliani, che danneggiano l’ambiente, compreso lo scarico di tutti i tipi di rifiuti, nei Territori palestinesi occupati, compresa Gerusalemme Est, e nel occupato il Golan siriano, che minacciano gravemente le loro risorse idriche e terrestri, ponendo una minaccia ambientale, igienico-sanitaria e sanitaria per le popolazioni civili”.

Accogliendo favorevolmente la decisione, il ministro degli Esteri palestinese Riyad Al-Maliki ha dichiarato: “Votare a favore di questa risoluzione afferma i diritti del popolo palestinese e la sua sovranità sulle sue risorse naturali, comprese terra, acqua ed energia”.

Al-Maliki ha invitato Israele a “cessare lo sfruttamento delle risorse naturali nei Territori palestinesi occupati”.

 

342/


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*