?>

Libano, ambasciata Usa dona vaccini proibiti

Libano, ambasciata Usa dona vaccini proibiti

BEIRUT-La disumanità a stelle e strisce non conosce realmente confini. Mentre il Cdc (Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie)...

ABNA24 – consiglia agli americani di ricevere i vaccini anti-coronavius ​​Pfizer e AstraZeneca, l’ambasciatore degli Stati Uniti a Beirut, Dorothy Shea, ha donato 360mila vaccini Johnson&Johnson proibito dalla agenzia nazionale per la salute pubblica degli Stati Uniti perché causa coaguli di sangue.

Ciò che è importante in questa storia è che gli Stati Uniti non hanno offerto al Libano alcun aiuto nella sua lotta contro il coronavirus quando i libanesi avevano bisogno di qualsiasi aiuto correlato, specialmente nel campo della sicurezza dei vaccini. Tuttavia, oggi il Libano è in grado di garantire i necessari vaccini anti-coronavius ​​in collaborazione con l’Organizzazione mondiale della sanità.

Inoltre, l’amministrazione statunitense ha imposto un rigido assedio economico che ha portato il Libano a una crisi di inflazione senza precedenti, spingendo la maggior parte dei libanesi sull’orlo della povertà.

Assediare economicamente il Libano per poi offrire ai libanesi un vaccino anti-coronavirus che viene rifiutato a Washington è pura criminalità. L’episodio ha scatenato una dura condanna da parte dei libanesi che sui social hanno condiviso l’hashtag #US_Deadly_Vaccine.

Il Libano sta affrontando la peggiore crisi economica della sua storia moderna. Dall’inizio delle proteste pubbliche contro la corruzione nell’ottobre 2019, la lira libanese ha perso circa il 75% del suo valore. Dalla devastante esplosione del 4 agosto 2020, la situazione è drammaticamente peggiorata. Inoltre, le sanzioni più recenti che gli Stati Uniti hanno introdotto contro il governo siriano, imposte ai sensi del Caesar Act, hanno preso di mira anche il vicino Libano.(ilfarosulmondo)

342/


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*