?>

Libia: sfumano le elezioni nel 70mo anniversario dell’indipendenza

Libia: sfumano le elezioni nel 70mo anniversario dell’indipendenza

TRIPOLI - Regna l’incertezza oggi in Libia, nel giorno del 70mo anniversario dell’indipendenza della Libia in cui 4 milioni di elettori avrebbero dovuto recarsi alle urne.

ABNA24 – La giornata di festa che avrebbe dovuto celebrare la simbolica nascita di una nuova Libia dopo dieci anni di conflitto si è trasformata in un “mancato appuntamento con la democrazia”, ha commentato laconicamente il vicepresidente Moussa al Kuni. Si tratta di un’epilogo prevedibile e, forse, auspicabile: molti osservatori sottolineano che andare al voto senza un quadro elettorale condiviso e mentre i mercenari stranieri sono ancora dispiegati sul terreno potrebbe essere controproducente. Sia come sia, le elezioni sono state rinviate di almeno un mese per “cause di forza maggiore”, secondo quanto riferito dall’Alta commissione elettorale. Se da un lato il segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, ha “preso atto” del rinvio, dall’altro il futuro del Governo di unità nazionale del premier Abdulhamid Dabaiba, sostenuto dall’Onu, oggi è in bilico: il mandato dell’esecutivo scade tra poche ore e ad oggi nessuno sa cosa accadrà. Le milizie libiche sono nervose e le manovre “dimostrative” dei giorni scorsi, quando alcuni gruppi armati hanno cinto d’assedio le istituzioni governative, testimoniano che la tensione è alle stelle. Fonti libiche hanno riferito ad “Agenzia Nova” che le ipotesi sul campo sono principalmente due: un governo Dabaiba-bis “ad interim” fino al voto; un esecutivo tecnico guidato da personalità di spicco dell’ovest con buone entrature nell’est.

342/


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*