?>

Marocco, il piccolo Rayan non ce l’ha fatta

Marocco, il piccolo Rayan non ce l’ha fatta

IGHRAN - Nonostante l’impegno dei soccorritori, il piccolo Rayan non ce l’ha fatta.

ABNA24 – Il bimbo marocchino di 5 anni, caduto martedì in un pozzo profondo 32 metri, appena fuori dal villaggio di Ighran, nella provincia di Chefchaouen, è stato estratto senza vita dopo giorni di lavoro incessante per provare a salvarlo. Il primo a commentare è stato il Re del Marocco, Mohammed VI, esprimendo le condoglianze ai genitori del ragazzo con una dichiarazione ufficiale. Ma fino all’ultimo minuto erano tante le speranze di riuscire a salvare Rayan. I soccorritori hanno lavorato senza soste, giorno e notte, spinti anche dall’onda emotiva che si è levata fortissima dal Paese ma che ha coinvolto quasi tutto il mondo, in appressione per le sorti del bimbo. Anche in Italia la vicenda ha colpito l’opinione pubblica, che è subito tornata con la mente alle immagini di oltre quarant’anni fa, ricordando ciò che accadde al piccolo Alfredino Rampi, caduto in un pozzo artesiano a Vermicino, alle porte di Roma. La speranza era che la storia non si ripetesse anche oggi, ma le cose sono andate esattamente nella stessa maniera.

342/


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*