?>

Nasrallah: concentriamoci su ciò che abbiamo in comune per risolvere i problemi Libano

Nasrallah: concentriamoci su ciò che abbiamo in comune per risolvere i problemi Libano

A soli quattro giorni dalle elezioni parlamentari libanesi, c'è stata molta analisi dei risultati elettorali.

ABNA24 : Alcuni credono nella sconfitta di Hezbollah e dei suoi alleati, mentre altri credono che le elezioni abbiano stabilizzato la situazione di resistenza in Libano. Chi crede alla sconfitta di Hezbollah alle elezioni indica la perdita della maggioranza assoluta e la riduzione del numero dei seggi da 71 a 62, senza fare alcun cenno alle tre questioni. In primo luogo, il numero dei voti espressi da Hezbollah e dai suoi alleati alle nuove elezioni è aumentato. In secondo luogo, Hezbollah ei suoi alleati detengono il maggior numero di seggi in parlamento. Terzo, il numero dei seggi di Hezbollah e Amal nel nuovo parlamento è passato da 28 a 31.

Il segretario generale di Hezbollah, Seyyed Hassan Nasrallah, ieri sera ha espresso che nonostante anni di campagna militante guidata dagli Stati Uniti contro la resistenza, che è stata riconosciuta da David Shanker, l'ex Segretario di Stato aggiunto degli Stati Uniti per gli affari del Vicino Oriente", Il numero dei nostri voti e quello dei nostri membri in parlamento è aumentato.

Non esiste un gruppo politico nel Paese che possa rivendicare la maggioranza parlamentare. Oggi ci troviamo di fronte a una serie di fazioni parlamentari e partiti politici e rappresentanti nuovi e indipendenti, che potrebbero essere stati nell'interesse del Libano e del popolo del paese.

Infine, la preoccupazione costante del Segretario Generale di Hezbollah in Libano è stata quella di superare i difficili problemi che affliggono il Paese.

Seyyed Hassan Nasrallah ha sottolineato ancora una volta la necessità di risolvere le divergenze e chiudere la campagna elettorale e concentrarsi sui problemi per migliorare le condizioni di vita delle persone. "Le crisi possono essere risolte solo attraverso la partecipazione e la cooperazione, lontano dalle ostilità e quindi concentriamoci su ciò che abbiamo in comune".

342/


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*