?>

Teheran avverte gli Stati Uniti di lasciare la regione

Teheran avverte gli Stati Uniti di lasciare la regione

L’Iran ha esortato gli Stati Uniti a “lasciare volontariamente” il Medio Oriente a meno che non vogliano “lasciare la regione con enormi danni e umiliazione”, ha dichiarato la scorsa settimana Amir Ali Hajizadeh, comandante generale della Forza aerospaziale del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica (Irgc), durante una conferenza stampa a Teheran.

(ABNA24.com) L’Iran ha esortato gli Stati Uniti a “lasciare volontariamente” il Medio Oriente a meno che non vogliano “lasciare la regione con enormi danni e umiliazione”, ha dichiarato la scorsa settimana Amir Ali Hajizadeh, comandante generale della Forza aerospaziale del Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica (Irgc), durante una conferenza stampa a Teheran.

“Chiedo a diversi popoli e nazioni regionali di prendere una decisione nello stesso modo in cui il parlamento dell’Iraq e del popolo iracheno hanno deciso di espellere gli Stati Uniti dalla regione. Emirati, Qatar, Bahrain, Oman, Giordania e Afghanistan devono prendere una decisione in caso contrario, i gruppi e l’Asse della Resistenza prenderanno questa decisione e la imporranno”, ha dichiarato Amir Ali Hajizadeh.

Discutendo dei recenti attacchi missilistici iraniani contro le basi statunitensi in Iraq, Hajizadeh ha affermato che l’Iran ha preparato “centinaia di missili”. “Penso che se fosse continuato, questo conflitto avrebbe potuto richiedere da due giorni a una settimana”, ha aggiunto l’alto ufficiale iraniano.

Le tensioni nella regione sono aumentate dopo il vile attacco degli Stati Uniti vicino all’aeroporto di Baghdad. Il 3 gennaio scorso, un attacco di droni degli Stati Uniti ha preso di mira il convoglio del capo della Quds Force dell’Irgc, Generale Qassem Soleimani e del vice comandante della Resistenza irachena Hashd al-Shaabi, Abu Mahdi Al-Muhandis, oltre a un certo numero di loro compagni. L’8 gennaio, le forze missilistiche iraniane dell’Irgc hanno risposto all’attacco sparando 13 missili balistici contro la base militare americana di Ain Al-Asad nella regione irachena dell’Anbar, causando gravi perdite.




/129


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*