?>

Tunisia, deputato eletto in Italia: Rischiavamo guerra civile

Tunisia, deputato eletto in Italia: Rischiavamo guerra civile

ROMA - La Tunisia "rischiava una guerra civile", la gente "non ne può più" e "quello che quello che ha fatto il presidente Kais Saied si doveva fare, altrimenti chissà dove saremmo andati a finire".

ABNA24 : Parla così Majdi Karbai, deputato tunisino eletto alle elezioni politiche del 2019 con la Corrente democratica in rappresentanza dei suoi connazionali in Italia. Il suo partito "non ha mai dato la fiducia" al governo del premier destituito Hichem Mechichi e a Saied chiede "una roadmap" per il futuro "nel rispetto della Costituzione". Sono passati quattro giorni da quando domenica scorsa Saied ha sospeso per 30 giorni i lavori del Parlamento, revocato l'immunità dei deputati e destituito il premier Hichem Mechichi. Karbai il 25 luglio era già in Italia. Parla delle manifestazioni di quel giorno come espressione di "disagio e rabbia per una democrazia malata, piena di anomalie, per una democrazia finta, che zoppica" e ad Aki - Adnkronos International dice che "sarebbero potute continuare", che si "sarebbe potuti arrivare fino a vedere sedi di partiti e istituzioni dello Stato date alle fiamme". "Rischiavamo la guerra civile", afferma, spiegando che il suo partito non è comunque "pienamente favorevole" alle decisioni di Saied.

342/


Inviare il Vostro commento

Il Vostro indrizzo della posta elettronica non sara' pubblicata. Riempire le caselle segnate con *

*