AhlolBayt News Agency (ABNA)

source : Parstoday
sabato

8 giugno 2024

18:37:23
1464276

Perché l’Occidente racconta grandi bugie sulle donne iraniane?

La propaganda dei media occidentali contro le donne nei paesi musulmani, in particolare in Iran.

La famiglia è la pietra angolare della società e l’elemento costitutivo più importante delle società umane. Oltre al ruolo che svolge nella popolazione del paese, la famiglia ha anche un'influenza nell'educazione dei figli e nel trasferimento di norme e valori morali, patriottici e religiosi alla generazione successiva. Diffondendo bugie e instillando false credenze e date di scadenza passate alle donne, l’Occidente sta cercando di svalutare e danneggiare l’istituzione della famiglia. In Francia, il 45% dei bambini nasce fuori famiglia e, di fatto, la famiglia è spezzata.

Per l’Occidente “l’identità delle donne” e i “diritti delle donne” sono irrilevanti; Piuttosto, nei paesi occidentali viene implementata la questione della "percezione consueta delle libertà sociali". In altre parole, nelle recenti campagne, proteste e disordini dell'Iran, lo "stile di vita della donna iraniana" non è importante, ma lo è lo "stile di vita della donna occidentale". Alcuni analisti ritengono che i nemici si occupino fondamentalmente della questione dell'hijab e investano in quest'area per organizzare la "rivoluzione delle donne in Iran". Secondo loro, la rivoluzione islamica era una rivoluzione centrata sugli uomini, e ora con la rivoluzione delle donne, la rivoluzione islamica può essere spezzata.L’Occidente sta cercando di cambiare le convinzioni delle donne della società e di farle ribellare al sistema, di costringere gli uomini delle loro famiglie a reagire contro il governo (o anche contro le stesse donne tiranniche) e iniziare così una guerra civile in Paese. Nel frattempo, la storia della Rivoluzione Islamica è piena di scene di presenza delle donne accanto agli uomini e di sforzi congiunti per lo sviluppo del Paese. La presenza e l'impatto delle donne nelle marce del 1957 sono documentati da immagini e giornali. Dopo la rivoluzione, alcuni gruppi estremisti tentarono di limitare la presenza sociale delle donne, ma non ci riuscirono a causa della resistenza dei leader della rivoluzione.

L'Imam Khomeini (RA) ha detto: "Voi donne vi siete sollevate insieme agli uomini nei movimenti originari avvenuti in Iran, come il movimento per il costituzionalismo della storia dell'Iran e del tabacco, e avete anche preso l'iniziativa nella grande rivoluzione avvenuta nel nostro tempo, e il vostro ruolo in questo movimento è stato più importante di quello degli uomini, perché quando voi avete manifestato davanti ai carri armati e ai cannoni, gli uomini moltiplicavano la loro forza. Dopo la vittoria della rivoluzione, voi avete svolto un ruolo importante nella purificazione, nel jihad e nella costruzione e voi avete incoraggiato i vostri fratelli sofferenti”.

L’Occidente sta cercando di creare un’immagine falsa, presentando la donna occidentale come donna progressista e di indurre l’arretratezza tra le donne di altri paesi con la pubblicità sui media. Poi consiglia alle donne che, per crescere e progredire, dovrebbero diventare come i modelli che fa l'Occidente. Gli interventi di chirurgia estetica, tutti i tipi di cosmetici, vestiti alla moda, ecc., mirano tutti a promuovere il consumismo e a vendere i beni in eccedenza dell'Occidente sul mercato di altri paesi.

Gli occidentali stanno cercando di convincere l’opinione pubblica e le istituzioni internazionali a imporre ulteriori sanzioni contro l’Iran creando un caso e falsificando la narrazione. Apparentemente queste sanzioni hanno il pretesto dei diritti umani o dei diritti delle donne, ma in realtà seguono gli obiettivi politici dei leader occidentali. Lo scopo dell’embargo sui farmaci sui bambini affetti dalla malattia delle farfalle può essere quello di proteggere i diritti delle donne?

I politici occidentali che si trovano ad affrontare la crescente ondata di diffusione dell’Islam da parte del loro popolo e non sono stati in grado di controllarlo; Cercano di far apparire le donne dei paesi musulmani (compreso l'Iran) oppresse e insoddisfatte attraverso pubblicità negative e presentando una falsa immagine di loro al fine di fermare la diffusione dell'islamismo tra le donne occidentali. Ogni giorno, centinaia di donne nei paesi occidentali vengono uccise, rapite, persino insultate dalla polizia, ma i media occidentali ignorano tutti questi eventi e cercano invece esche per le notizie dei media nelle strade dell’Iran e di altri paesi del Medio Oriente.

L'Ayatollah Khamenei, leader della Rivoluzione Islamica, durante l'incontro dei poeti del Ramadan (5 aprile 2023), riferendosi all'attacco all'unità nazionale, alla religione e alla modestia delle donne da parte del nemico, ha sottolineato: "Gli occidentali non hanno pietà per le donne iraniane, dicono che i diritti delle donne devono essere rispettati, [piuttosto] nutrono rancore nei confronti delle donne iraniane. Certamente, se non ci fosse stata la presenza delle donne, la rivoluzione non avrebbe vinto. Lo dico [sicuramente]; Ero un altro servitore nel testo delle questioni rivoluzionarie. Cioè, se le donne non avessero partecipato a quei grandi raduni, la rivoluzione non avrebbe vinto… Hanno rancore nei confronti delle donne iraniane! Si presentano come sostenitori dei diritti delle donne, sostenitori dei diritti umani, sostenitori della libertà. Tutto questo è l'attacco del nemico."



342/