AhlolBayt News Agency (ABNA)

source : Parstoday
venerdì

31 maggio 2024

14:36:11
1462488

È così che i paesi del Sud del mondo sono tornati al potere

La guerra tra Russia e Ucraina ha ricordato agli osservatori occidentali che esiste un mondo al di fuori delle grandi potenze e dei loro principali alleati.

Questo mondo comprende soprattutto i paesi africani, asiatici e dell’America Latina che hanno resistito a schierarsi chiaramente da una parte nel conflitto. Pertanto, la guerra come fattore principale della geopolitica ha messo sotto i riflettori il Sud del mondo.

Il ritorno del Sud del mondo

Nei decenni unipolari successivi alla fine della Guerra Fredda, sembrava che il Sud del mondo fosse permanentemente emarginato. Oggi, tuttavia, il Sud del mondo è tornato. Questo ritorno non avviene sotto forma di gruppo organizzato e coerente, ma come realtà geopolitica.

L’estensione del sud del mondo

Il Sud del mondo comprende gran parte dei paesi del Sud-Est asiatico e delle Isole del Pacifico fino all’America Latina.

Determinazione degli indicatori dei paesi del sud del mondo

Diversi paesi del Sud del mondo condividono diverse caratteristiche comuni. Il ricordo della dominazione coloniale dell'Europa su una parte di questi paesi è ancora un fattore che plasma il pensiero geopolitico. Questi paesi sono inoltre fortemente concentrati sull’attrazione del commercio, degli investimenti e sul miglioramento della catena del valore.

La ricchezza nei paesi del Sud del mondo

Molti paesi del Sud del mondo sono diventati più ricchi e più intelligenti a partire dal XX secolo e hanno imparato a giocare con entrambe le parti (gli Stati Uniti, il Giappone e l’Europa da un lato e l’alleanza Cina-Russia dall’altro) per ottenere i propri vantaggi.

Il ruolo dei paesi del Sud del mondo nella guerra in Ucraina

I paesi del Sud del mondo hanno guadagnato terreno grazie al potere della negazione. In pratica, tutti i Paesi del Sud del mondo hanno rifiutato le sanzioni adottate contro la Russia in seguito all’attacco all’Ucraina. Alcuni di questi paesi hanno aumentato i loro scambi commerciali con Mosca, minando notevolmente l’efficacia delle sanzioni occidentali.

La posizione dei paesi del Sud nelle strutture decisionali globali

Tutti i paesi del Sud del mondo sono profondamente insoddisfatti del loro peso nelle strutture decisionali globali. Questa emarginazione non è coerente con la reale influenza economica esercitata dalle potenze medie. Alcuni di questi paesi dispongono di risorse minerarie, catene di approvvigionamento e talvolta innovazioni necessarie per la crescita globale e la lotta al cambiamento climatico, e questo dà loro più potere rispetto al 20° secolo.

La riforma delle Nazioni Unite

La situazione di tutti i paesi del Sud del mondo crea l’urgenza di cambiamenti fondamentali, ad esempio, nel sistema delle Nazioni Unite. Tuttavia, le riforme nel Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite non avverranno rapidamente. Gli Stati Uniti continuano a dominare la finanza internazionale e questa posizione consente al Paese di collaborare con i suoi principali alleati per sfruttare le sanzioni secondarie che di fatto colpiscono i paesi del Sud del mondo.

Il futuro del nuovo sud del mondo

Con il passare del tempo, il nuovo sud del mondo può costringere le grandi potenze a rispondere almeno parzialmente alle sue richieste di maggiore presenza nelle istituzioni internazionali e ad astenersi dal partecipare alla maggior parte delle guerre per procura. Il Nuovo Sud del mondo esercita la sua influenza principalmente attraverso le azioni individuali dei governi basati sugli interessi nazionali. Le loro voci si fanno sentire nei due campi del cambiamento climatico e della lotta contro l’egemonia del dollaro. Allo stesso tempo, la separazione geografica dei paesi del Nuovo Sud gli uni dagli altri e l’assenza di differenze che incidano sui loro interessi centrali, probabilmente garantisce che le loro relazioni rimarranno cordiali in futuro.