AhlolBayt News Agency (ABNA)

source : Parstoday
martedì

4 giugno 2024

20:48:05
1463348

Fede e Ragione/ La religione consiglia sempre gli esseri umani alla razionalità

"La religione è un insieme di credenze, leggi e regolamenti che hanno un'opinione sui principi della visione umana e parlano dei principi delle sue tendenze e coprono la sua morale e gli affari della vita".In altre parole, ...

la religione è un insieme di credenze, morali, leggi e regolamenti che sono a loro disposizione per governare l'individuo e la società umana ed educare le persone attraverso la rivelazione e la ragione" (Javadi Amoli, Religion, p. 27).

La religione è una forza forte nella vita umana, che è affine all'uomo e ha una storia nella vita umana lungo la storia della sua vita. Oggi sono state ottenute molte prove e prove del fatto che gli esseri umani sono inevitabilmente religiosi e i ricercatori non hanno trovato alcuna razza umana che non avesse qualche tipo di religione, e insieme alle civiltà più primitive sono emerse le religioni e ognuna di loro si è sviluppata in un modo molto complesso e si sono evoluti e hanno avuto un profondo impatto sulla vita umana.

Il Sacro Corano, nella Sura Ash-Shûrâ (La Consultazione), il versetto 13 recita: " [Egli] ha stabilito per voi, nella religione, la stessa via che aveva raccomandato a Noè, quella che riveliamo a te, [o Muhammad,] e che imponemmo ad Abramo, a Mosè e a Gesù: «Assolvete al culto e non fatene motivo di divisione». Ciò a cui li inviti è invero gravoso per gli associatori: Allah sceglie e avvicina a Sé chi vuole e a Sé guida chi Gli Si rivolge [pentito].L’intelletto Secondo la convinzione di molti filosofi, la principale differenza tra gli esseri umani e gli altri esseri viventi e animali è la quantità del loro "intelletto" e della "capacità di ragionare e pensare". Il fatto che: "In che misura ciascuno usa il proprio intelletto nel cammino dell'eccellenza e nel cammino dell'azione?" È uno dei fattori fondamentali attraverso i quali gli esseri umani vengono messi alla prova nelle diverse società umane e valutati da altri.Il Sacro Corano ha presentato le persone che non usano la ragione, il pensiero e la saggezza come "bestiame” ma anche peggio, come si legge nella Sura Al- A’raf, il versetto 179: “In verità creammo molti dei dèmoni e molti degli uomini per l’Inferno: hanno cuori che non comprendono, occhi che non vedono e orecchi che non sentono, sono come bestiame, anzi ancor peggio. Questi sono gli incuranti”.Nelle parole dell'Ahl al-Bayt del Profeta dell'Islam (SAW), la ragione è stata interpretata come la "prova interiore" di Dio sugli esseri umani: "Ci sono due prove: una prova esteriore e una prova interiore. Allora, che dire di quelli visibili sono i messaggeri, i profeti e i profeti, la pace sia su di loro, e che dire di quelli interiori sono i ragionamenti" (Al-Kafi, vol. 1, p. 16). Ci sono due prove di Dio sulle persone: una prova esterna e una prova interna. La prova esterna sono i messaggeri, i profeti e gli imam, la pace sia su di loro, e la prova interna è la stessa.Fede e RagioneIl risultato è che dal punto di vista del pensiero coranico e da quanto ha sottolineato il Profeta dell’Islam, religione e ragione sono inseparabili, e se qualcuno o una setta vuole abbandonare la razionalità e pensare con costumi apparentemente religiosi, in fondo non capisce la religione e non è sulla base dei versetti. Il Corano può considerarsi sulla via di Dio e sulla via dei profeti.

Oggi gli studiosi del mondo islamico, soprattutto del mondo sciita, non considerano islamici movimenti come Daesh (Isis) o Al-Qaeda o Boko Haram e li definiscono una deviazione manipolata e allineata agli interessi del colonialismo la razionalità e la convivenza sociale non possono approvare un simile carattere e uno stile di vita privo di razionalità e anti-umanità. Ad esempio, l’ISIS, che ha combattuto contro Israele come principale nemico dei musulmani, ma anche contro donne e bambini musulmani in Iraq e Siria.