AhlolBayt News Agency (ABNA)

source : Parstoday
lunedì

10 giugno 2024

16:40:17
1464658

Netanyahu comincerà una guerra su larga scala con il Libano? Come risponderà la resistenza?

Israele aveva affermato di aver costretto Hezbollah a ritirarsi, ma la resistenza libanese ha provato ai coloni sionisti che i loro funzionari mentono e che combattenti del movimento islamico si trovano a pochi metri dai teschi dei soldati israeliani con le due recenti operazioni effettuate a pochi metri di distanza da Israele.

Secondo Il sito Parstoday, la maggior parte degli esperti ritiene che la possibilità di una guerra dipenda da Netanyahu, che è in crisi ed è sotto forte pressione su tutti i fronti. Lo Yemen ha avviato la quarta fase dei suoi attacchi e ha preso di mira gli interessi di Israele nel Mar Mediterraneo. Continuano a distruggere le navi militari americane e britanniche e la coalizione navale non è riuscita a fermare gli yemeniti. Il fronte yemenita ha chiuso completamente il porto di Eilat e ora prende di mira il Mar Mediterraneo.

Anche le perdite israeliane sul fronte di Gaza sono molto pesanti e molti altri soldati israeliani sono stati catturati dalla resistenza palestinese. Ci sono state molte tensioni sul fronte libanese e sul fronte interno del regime israeliano si sono svolte manifestazioni su larga scala nelle strade di Tel Aviv per chiedere le dimissioni dei leader di questo regime e lo svolgimento di elezioni anticipate. Anche la Corte internazionale e le sentenze emesse da questa Corte, soprattutto riguardo all'arresto dei capi del regime israeliano, sono diventate un'altra leva di pressione su Netanyahu. Inoltre, questa sospensione della guerra a Gaza porterà all'incarcerazione e alla fine dell'attività politica di Netanyahu, ed è possibile che Netanyahu metta in atto questa azione, cioè l'attacco al Libano, per sfuggire all'attuale difficile situazione. nella sua agenda.

Naturalmente, Israele aveva affermato di aver respinto Hezbollah, ma Hezbollah ha dimostrato ai coloni sionisti che i loro funzionari mentono e che elementi di Hezbollah si trovano a pochi metri dai teschi dei soldati israeliani con le due recenti operazioni effettuate a pochi metri da Israele.

Inoltre, quando esaminiamo attentamente i filmati della resistenza e apprendiamo la natura delle armi utilizzate dagli elementi della resistenza, vediamo che si tratta di armi classiche e antiche come mortai B7, mitragliatrici Picassier, Kalashnikov, e artiglieria. Questo messaggio dimostra che anche con queste armi la resistenza può attaccare i centri israeliani e distruggere i soldati sionisti e persino catturarli. Secondo i generali libanesi, hanno trasmesso a Israele il messaggio che se intende attaccare il Libano, la resistenza è pronta a riportarlo ai tempi prima del 2000 e ad effettuare attacchi massicci contro i loro comandi e centri militari.

La resistenza libanese ha recentemente abbattuto il secondo drone Hermes 900 del regime israeliano. Con questa azione, Hezbollah ha mandato un messaggio a Israele che può prendere di mira gli Hermes che volano a 30.000 piedi di altitudine e in questo modo può colpire anche i caccia israeliani F-16, F-15 e F-35.

Quello della resistenza libanese è un messaggio deterrente per Israele, secondo cui se quest'ultimo osa lanciare un’operazione militare in Libano, dovrà affrontare delle "sorprese" che faranno pentire l'aggressore.

Secondo le informazioni pubblicate da Mounir Shehadeh, generale di brigata ed ex capo del tribunale militare libanese, in una conversazione con Mehrnews, Israele ha utilizzato più di 85 delle sue capacità militari in dimensioni qualitative e non quantitative, e ora, a parte l’uso delle bombe atomiche e delle armi chimiche, l’altro non può farlo, perché ha usato tutte le sue grandi armi a Gaza e in Libano. D'altro canto, Hezbollah libanese ha utilizzato una piccola parte delle sue capacità, ovvero meno del 25%, e riserva molte sorprese.

Il Libano è stato minacciato più di 80 volte dal ministro della Guerra del regime israeliano e da altri funzionari israeliani, ma i sionisti conoscono le conseguenze di qualsiasi azione ostile contro il Libano. I leader libanesi, compreso Mohammad Raad, il leader della fazione lealista, hanno dichiarato che se il regime sionista è stupido e inizia operazioni militari nel Libano meridionale, la resistenza farà qualcosa per impedire ai sionisti di vedere la luce del sole. Saranno numerosi i missili che verranno lanciati contro Israele, e questi missili, che sono balistici, colpiranno molti obiettivi strategici del nemico nelle prime ore di una futura guerra.