AhlolBayt News Agency (ABNA)

source : Parstoday
domenica

16 giugno 2024

16:08:33
1465894

L'Imam Khamenei incontra i vincitori delle medaglie alle Olimpiadi di Scienza: Vi considero come una grande ricchezza

L'Imam Khamenei, leader della Rivoluzione Islamica, durante un incontro affettuoso con un gruppo di studenti iraniani che hanno ottenuto medaglie ai concorsi nazionali e alle Olimpiadi studentesche internazionali, ...

ha descritto i  giovani talenti come una "grande, profonda e reale fonte di speranza". Il Paese ha bisogno di una svolta scientifica ed i giovani talenti rappresentano il fattore principale per la soddisfazione di questa esigenza nazionale.

L'Ayatollah Khamenei ha espresso la propria gioia e soddisfazione per il suo incontro con i giovani “eccezionali” che pronti a lavorare per servire il paese. “Credo pienamente nei giovani e nella loro determinazione, e vi considero come la grande ricchezza della nazione. È vero che le medaglie sono importanti ed hanno un valore, ma il valore di un talento è un qualcosa di molto superiore ad una medaglia”.

Per il leader, "i giovani talenti hanno la capacità di cambiare nel Paese e anche nella storia e di creare un clima al 100% favorevole".

L'Imam Khamenei ha tenuto a sottolineare che "il fattore umano, non dal punto di vista di politici e governanti, ma dal punto di vista intellettuale, morale e spirituale, ha portato all’Iran la gloria e la grandezza esemplare in alcuni periodi della storia".

Riferendosi ai 200 anni del dominio politico inglese e poi quello americano sull’Iran, il leader della Rivoluzione ha affermato che "a quei tempi la cultura e il progresso scientifico del Paese vennero distrutti e, l’Iran fu arretrato politicamente. Ma la rivoluzione, che faceva affidamenti soprattutto sui giovane, riuscii a capovolgere la situazione, facendo passi enormi in vari settori fra cui politica, scienza, tecnologia, etica, sociale e tanti altri ancora".

Il leader ha invitato i giovani talenti alla condivisione di idee e alla cooperazione per trovare soluzioni a varie questioni e problemi del Paese. “Vincere le medaglie alle olimpiadi mondiali o conquistare un alto grado ai concorsi nazionali sono solo l'inizio di un processo scientifico di alto livello che va proseguito con la creatività di intellettuale e pratica nei campi di scienza e tecnologia e dell'etica, e naturalmente, le istituzioni competenti hanno compiti al proposito, e ci dovrebbe essere istituzionalizzazione e razionalizzazione.

Il leader della rivoluzione ha definito l’indipendenza politica dell’Iran come una realtà tangibile affermando che "la Repubblica Islamica gode di una posizione, dispone di una logica ed ha tanto da dire in merito alle questioni importanti del mondo. Sulla Repubblica islamica contano persino i suoi oppositori".

Al termine dell'incontro, gli studenti hanno regalato al leader le loro medaglie che hanno vinto alle Olimpiadi di scienza. L'Ayatollah Khamenei dal canto suo ha ringraziato loro per il gesto, affermando però che “questi premi, figli miei, sono vostre e dovrebbero essere con voi. Ringraziandovi per questo vi restituisco le medaglie, che sono il motivo di orgoglio”.

In questo incontro, 8 studenti tra i vincitori di medaglie alle Olimpiadi di scienza hanno espresso le loro opinioni su varie questioni che riguardano le loro attività. Il leader della rivoluzione ha chiesto alle autorità competenti di esaminarle per arrivare alle buone conclusioni.

Prima dell’incontro, i giovani studenti hanno eseguito la preghiera di mezzogiorno alla guida del leader supremo della rivoluzione.