AhlolBayt News Agency (ABNA)

source : Parstoday
venerdì

7 giugno 2024

15:39:16
1463982

La creatura del colonialismo, Israele e' il vero figlio della civiltà e dei valori occidentali

La Casa Bianca dice costantemente che "si dovrebbe dare tempo a Israele" e che "è troppo presto per giudicare", e che "se succede qualcosa di brutto, Israele dovrebbe indagare e rispondere". Un brutto trucco per dare tempo ad un assassino.

Pars Today - Il corpo bruciato di un ragazzo o di una ragazza fu estratto dalle rovine e bruciava ancora. Un evento che si è ripetuto più volte a Gaza e in Palestina. Forse questo è che nel febbraio 2008, Matan Vilnai, allora vice ministro della Guerra israeliano, minacciò i palestinesi di Gaza con un “olocausto”.

In un’altra scena, un asino emaciato zoppica nella sabbia e cerca di tirare il carretto di una famiglia di Gaza. Sembrava magro e assetato come un bambino, affamato e assetato.

Dopotutto, gli asini di Gaza hanno una memoria dei luoghi migliore di quella di molti leader occidentali.

Questa volta, ovviamente, il carico dell'asino era più leggero, forse a causa della perdita della moglie o del figlio del proprietario. La stessa famiglia si sposterebbe nuovamente da un'area "sicura" a un'altra area "sicura" designata da Israele. Zone sicure che erano e sono solo promesse, ma in pratica sono un macello.

La creatura a quattro zampe camminava con riluttanza. Anche il culo, cosa che Joe Biden non aveva ancora capito; Ha capito: non esiste un posto sicuro a Gaza.

Naturalmente, l’asino affamato ha provato più emozioni di Joe Biden, Emmanuel Macron, Rishi Sonak, Justin Trudeau e Olaf Schultz.

Perché non è un asino addestrato ai “valori” della civiltà occidentale. Non costruisce una bomba da 2.000 libbre per poi sganciarla sull’area più popolata del pianeta, come Camp Jabalia, né ha la capacità mentale di sfruttare l’intelligenza artificiale per creare una fabbrica del massacro per Israele.

Ancora più importante, l'Asino non cerca un razzismo occidentale profondamente radicato nei confronti delle culture non bianche. I funzionari americani di solito non esitano a condannare l'uccisione di un israeliano, ma, ad esempio, in risposta a una domanda sull'uccisione di israeliani a Rafah. , il portavoce del Dipartimento di Stato americano Matthew Miller", giustifica il rogo dei bambini.

Alla Casa Bianca, John Kirby ha risposto alla domanda di un giornalista: "Quanti altri corpi bruciati deve vedere?" Era turbato. La Casa Bianca dice costantemente che dovremmo dare tempo a Israele e che è troppo presto per giudicare, e che se succede qualcosa di brutto, Israele dovrebbe indagare e rispondere. Un trucco terribile quando si dà un assassino.

Biden e i leader occidentali dicono anche di Rafah che Israele non ha ancora oltrepassato la linea rossa. Proprio mentre i carri armati israeliani hanno raggiunto il centro di Rafah, costringendo l’UNRWA e il World Kitchen Center (WKC) a fermare le loro operazioni di aiuto alimentare, i corpi carbonizzati dei civili palestinesi si stanno accumulando.

Tuttavia, Israele deve ancora oltrepassare la linea rossa di Biden. Naturalmente, Israele ha indagato su precedenti omicidi, come quelli degli operatori umanitari del WCK, e ha affermato che gli omicidi non erano intenzionali.

Il capo di stato maggiore dell'esercito israeliano, Herzi Halevi, lo ha definito un "grosso errore". Netanyahu ha descritto con un linguaggio simile anche l’ultimo massacro di Rafah, definendolo semplicemente un “tragico incidente”.

Spiegando il gran numero di giornalisti uccisi, circa 140, un portavoce dell'esercito israeliano ha affermato che "non prendono mai di mira i giornalisti intenzionalmente". Per quanto riguarda l'uccisione e il ferimento di oltre 100.000 civili palestinesi, Israele sostiene che si tratta di vittime non intenzionali poiché "prende tutte le misure operative possibili per ridurre al minimo i danni ai civili".

Negli ultimi sette mesi, Israele ha ucciso “ingiustamente” più di 225 operatori umanitari. Inoltre, più di 700 operatori sanitari sono stati uccisi e centinaia di persone sono morte di fame mentre aspettavano i camion degli aiuti alimentari nella Striscia di Gaza.

In tutti questi casi, Israele ha negato la propria responsabilità e ha incolpato le vittime della loro morte. Nello stesso tempo in cui l'Occidente dà bombe mortali a Israele per ucciderlo, dall'altro lato, per ridurre la pressione internazionale, fornisce aiuti alimentari alla popolazione di Gaza. Così astuto e criminale.

Di conseguenza, si dovrebbe sapere che Gaza non è diventata solo la tomba dei bambini affamati, ma anche il cimitero dei valori della civiltà occidentale.