AhlolBayt News Agency (ABNA)

source : Parstoday
venerdì

7 giugno 2024

15:40:16
1463985

L'incolpare Hamas e Egitto delle uccisioni, l’infiltrazione nelle manifestazioni studentesch/ False Flag di Israele

Si tratta di un'operazione sotto falsa bandiera, una qualsiasi operazione commessa con l'intento di mascherare l'effettiva fonte di responsabilità e ...

incolparne un'altra Ad esempio, l’uso della bandiera e dell’uniforme militare di un altro gruppo o paese coinvolti nella guerra per attaccare e massacrare i residenti di un villaggio e poi accusare quella parte di aver compiuto questo omicidio è un esempio di un’operazione false flag. .

Lo scopo di questa operazione è nascondere l'identità dei principali autori o screditare la controparte e creare una scusa per attaccarla.

Il Mossad, l'agenzia di spionaggio del regime sionista, ha una lunga storia nella progettazione e la messa in scena delle "false flag operations".La falsa storia dell'attentato alla riunione del gruppo terroristico Mojahedin Khalq alla periferia di Parigi è stata un'altra cospirazione di Israele contro l'Iran.

Sabato 9 luglio 2017 (30 giugno 2018), poche ore dopo l'incontro di questo gruppo terroristico nella periferia di Parigi, la polizia francese ha annunciato che, utilizzando informazioni israeliane e accompagnata dalle agenzie di sicurezza del Belgio, l'Austria e la Germania, durante questo incontro, è stata effettuata un'operazione di bombardamento

In quel caso i media occidentali, citando l'arresto di una coppia di origine iraniana in Belgio, affermarono che avevano tentato un attentato. Nella fase successiva di questo scenario anti-iraniano, gli stessi media occidentali hanno affermato che questa coppia era imparentata con un diplomatico iraniano con sede a Vienna. Allo stesso tempo è stato annunciato che il diplomatico iraniano era stato arrestato in Germania.

Successivamente, le istituzioni iraniane hanno rivelato che ciò faceva parte di un’operazione israeliana false flag.

Nel frattempo; All’inizio di luglio 2014, Tel Aviv aveva accusato Hamas di aver rapito diversi coloni israeliani in Cisgiordania. Successivamente, è stato rivelato dalle parole dei funzionari sionisti che l’operazione di sorveglianza per trovare gli israeliani scomparsi era un’operazione sotto falsa bandiera mirata a invadere le terre palestinesi in Cisgiordania e Striscia di Gaza.

Yair Lapid, ex primo ministro israeliano, ha definito la sconfitta del Movimento di resistenza islamica palestinese (Hamas) lo scopo di progettare questo scenario. Casi simili possono essere trovati facendo riferimento alla storia.

Nell'estate del 1954, l'organizzazione di controspionaggio dell'esercito israeliano, in un'operazione segreta chiamata Operazione Susannah, cercò di organizzare attentati in Egitto per mezzo dei suoi agenti e di attribuirne la colpa a gruppi egiziani, tra cui i Fratelli Musulmani e i comunisti egiziani. Un gruppo di ebrei egiziani fu selezionato per bombardare gli uffici egiziani, americani e britannici.

Lo scopo dell'operazione Susannah di Israele era creare insicurezza in Egitto in modo che la Gran Bretagna potesse continuare la sua presenza militare nella regione del Canale di Suez. Ma alla fine l'operazione fallì e "Pinhas Lavon", allora ministro della Guerra israeliano, fu costretto a dimettersi.A questo proposito furono arrestati diversi ebrei egiziani e agenti israeliani. Anche due sospettati chiamati "Youssef Carmon" e "Mir Max Bint" si sono suicidati in prigione. Sebbene Israele abbia rifiutato di accettare la responsabilità dell'operazione per 51 anni, i suoi sopravvissuti hanno ricevuto una medaglia di apprezzamento nel 2005 dall'allora presidente di Israele, Moshe Katsav. In un altro caso, i caccia dell’aeronautica militare e le imbarcazioni militari della marina del regime sionista attaccarono la nave da ricognizione tecnica degli Stati Uniti d’America l’8 giugno 1967,

contemporaneamente alla nave da sei giorni arabo-israeliana guerra; Un attacco in nome degli arabi. In questo attacco 34 membri dell'equipaggio furono uccisi e 171 membri dell'equipaggio rimasero feriti e la nave subì molti danni.L'operazione è stata effettuata con l'obiettivo che gli Stati Uniti entrassero in guerra con l'Egitto e rovesciassero l'allora presidente di questo paese, Gamal Abdel Nasser. Secondo resoconti sparsi, un altro e nuovo caso di operazione false flag dei sionisti risale al 7 ottobre 2023 e all’inizio della guerra di Gaza.

I sionisti affermarono, con l'aiuto delle loro società di propaganda, che le forze di Hamas avevano ucciso diverse persone attaccando un festival musicale nel villaggio di Raim, vicino alla Striscia di Gaza. Ma questa menzogna venne rivelata molto presto. Il rapporto del quotidiano sionista "Haaretz", basato sulle indagini della polizia israeliana, indica che le forze di Hamas non sapevano dell'organizzazione di un festival del genere e che è stato proprio l'elicottero dell'esercito del regime a sparare sui partecipanti al festival.

Durante questo festival furono uccise ben 364 persone. Ma l’operazione false flag non è solo militare. Alcuni rapporti mostrano che le forze organizzate da Israele, infiltrandosi nelle manifestazioni studentesche filo-palestinesi, distruggono edifici, attaccano personalità e bloccano posti di blocco al fine di aumentare il livello di conflitto con i sostenitori palestinesi e rendere le persone in Occidente insoddisfatte dei sostenitori palestinesi.


342/